Collasso Nervoso Esistenziale.

Collasso Esistenziale.

Collasso esistenziale o breakdown.

Il collasso esistenziale è un improvviso e grave crollo della struttura del nostro io.

Tutto va a pezzi, tutto non ha più senso, un bellissimo castello che esplode e rischia di diventare un mucchio di macerie.

Un’anima uccisa, un corpo esanime e, in estremis, un corpo da sepellire.

E’ inevitabile? No! Vi è una soluzione? Sì! Sono a tua disposizione come psicoterapeuta, con competenza, esperienza, umanità e fiducia vincente in te.

Il collasso viene da lontano, era necessario fronteggiarlo con le infinite risorse del corpo, dell’anima e della mente.

Collasso Esistenziale.

I 10 sintomi del collasso esistenziale.

  1. Perdita di appetito e di piacere per il cibo.
  2. Ritiro dalle relazioni sociali primarie e allargate.
  3. Sentirsi schiacciati dagli eventi quotidiani.
  4. Mancanza di energia e di entusiasmo.
  5. Sentirsi continuamente nervosi e agitati.
  6. Sentirsi soli, anche se assieme agli altri.
  7. Perdere la fiducia in se stessi.
  8. Perdere la speranza di farcela.
  9. Paura per il futuro prossimo e lontano.
  10. Incapacità di dominare la collera e l’aggressività in e out.

Se hai più sintomi, hai più disagio psicologico. Non stare a soffrire inutilmente. Fai un percorso di psicoterapia mirata.

Puoi farcela. Le mie competenze sono a tua disposizione. La serenità la possiamo raggiungere. La felicità è una parola un pò grossa. Servono competenze superiori!

Collasso esistenziale.

Kit anti collasso esistenziale.

15 Anti Stressori  per fronteggiare il collasso esistenziale.

  1. Bandire i pensieri catastrofici, via la lente di  ingrandimento.
  2. Identificare con calma emotiva e forza logica ciò che ci tormenta.
  3. Cambiare la nostra esagerata reazione emotiva o di pensiero.
  4. Cambiare valutazioni e pensieri sbagliati.
  5. Cambiare il nostro agire coscientemente sbagliato.
  6. Mostrarsi disponibili a imparare a cambiare.
  7. Rendere le situazioni meno difficili e drammatiche.
  8. Vivere mente e corpo rilassati.
  9. Altolà al ruminare soliloqui negativi. No prima di dormire!
  10. Considerare i disagi esistenziali sotto aspetti forse positivi.
  11. Giudicare di meno, anzi niente!
  12. Moderare le nostre eccessive aspettative.
  13. Saper accettare la realtà non modificabile.
  14. Sapersi distaccare dagli eventi. No loro prigionieri!
  15. Carta sempre vincente: impegno gratuito nel sociale.

Collasso Esistenziale.

Collasso esistenziale e cedimento totale vitale.

Il collasso esistenziale umano volatilizza la compattezza dell’ io che non sa pazientemente assumersi le proprie responsabilità, non sa più lottare, resistere e vincere.

Se vuole, può reagire e farcela optando per qualcosa di più compatto, più responsabile, più consapevole e più appagante in termini di felicità.

L’essere umano può decidere purtroppo di investire poco nella sua vita psicofisica e socioaffettiva, fino al sopraggiungere improvviso del cedimento della struttura del suo io.

Viene travolto improvvisamente da carichi esistenziali percepiti insopportabili.

Rimane allora profondamente turbato nella quotidianità e nel fondo del suo essere.

“Non ce la faccio più, la mia vita non ha più senso, che ci sto a fare al mondo?”

Collasso Esistenziale.

Collasso esistenziale e sofferenza umana.

Perché tanta sofferenza oggi?

A turbare l’umanità, non sono propriamente le cose o i vissuti esistenziali, ma la nostra negativa percezione di essi.

Le cose o gli eventi personali della vita, anche i più devastanti, non devono essere vissuti come tali. Occorre un approccio realisticamente positivo, energetico e culturale al flusso della vita psichica e sociale.

Tutto scorre per un attimo davanti a noi, ma immediatamente diventa un passato alle nostre spalle.

Poche cose sono importanti nella vita, alla fine tutto vale  niente.

Una vita costruita sulla roccia dei valori ci fa capire una cosa. Le negatività che svuotano non arrivano mai a toccare in alcun modo l’anima, nemmeno a sconvolgerla irreparabilmente.

Si deve reagire sempre con coraggio agli eventi, scoprendo volta per volta cosa vuol dire vivere davvero.