Ossessioni e Compulsioni

Ossessioni e Compulsioni.

Il lato oscuro e sofferente della mente umana. 

Dobbiamo amare, capire, aiutare e professionalmente guarire la persona che soffre di disturbo ossessivo e compulsivo.

Presenta un doppio disturbo, il primo mentale, che produce il secondo, che è corporeo. L’ansia parossistica e panico centrano sempre. DOC sta per Disturbo  Ossessivo Compulsivo.

Il soggetto con disturbo ossessivo-compulsivo, attiva il lato oscuro della sua mente. 

E’ vittima  della sua falsa personalità che spadroneggia, distruggendolo con le armi dell’ansia previsionale catastrofica, dell’acuta sofferenza e  del panico.

E’ un dramma quasi sempre occultato, vissuto nella più completa solitudine, avvertito come insolubile per i continui insuccessi nel volerlo eliminare.

Recita una vita normale, ma ha la morte nel cuore e tante somatizzazioni dolorose. Va rassicurato perché tanto impaurito e indifeso. La donna soffre di più perché più sensibile e interiorizzata.

La sua origine può essere inconscia o anche infantile, con vissuti relazionali familiari e socio ambientali traumatici che l’hanno prodotta.

Apriti con fiducia con chi ti può capire. Fatti aiutare, per vivere meglio in te e nella società. Poi avvia una coraggiosa e determinata psicoterapia vincente. Riparare la mente è possibile!

Cambia la percezione negativa di inesistenti pericoli. Utilizza  una maggior igiene mentale e comportamentale. La vita è bellissima, non viverla come un occulto inferno!

Io come specialista, con esperienza sui dolorosi vissuti ossessivi e compulsivi, ti posso davvero aiutare. Perché soffrire? Contattami.

Ossessioni e Compulsioni.

Quale profilo psicologico?

  1. Sono presenti sentimenti di eccessivo dubbio, perfezionismo, coscienziosità e scrupolosità eccessive.
  2. Controllo e preoccupazione per i dettagli, le regole, gli elenchi, l’ordine, l’organizzazione paranoica.
  3. Inoltre cocciutaggine, cautela e rigidità, eccessiva pedanteria e aderenza alle convenzioni sociali, pensieri o impulsi parassiti.
  4. Irragionevole insistenza che gli altri si sottomettano, esattamente al loro modo di pensare o fare le cose.

Le Ossessioni.

 1. Le ossessioni sono persistenti pensieri, impulsi d’azione negativi, fastidiosi, dolorosi, che la persona sperimenta in certi momenti, quando si attiva il disturbo doc.

2. Sono vissuti intrusivi non voluti. Questo causa marcata ansia e sofferenza. Sentono di non essere pienamente in possesso della loro mente e dei loro comportamenti.

E’ come se esistesse dentro di loro in quel momento una seconda persona malvagia, che ti toglie la libertà di pensare e agire normalmente.

3. Non riesco a comandare totalmente me stesso. La mia mente avvia un vortice di pensieri negativi, pericolosi, a volte anche di morte in arrivo o di voler realizzare.

Col mio corpo inizio  a fare una catena di azioni o rituali scaccia pensieri ansiogeni, minacciosi.

4. La finta calma ritorna, ma è tutto illusorio. Poco dopo, l’ansia ossessiva ritorna peggio di prima, più forte e cattiva di prima.

5. Possono sopraggiungere anche le allucinazioni. Il ragno ha catturato la farfalla nella sua tela. Più si dimena per liberarsi, più è vittima.

Come affrontare le Ossessioni?

L’individuo tenta di ignorare o sopprimere tali pensieri o immagini, di neutralizzarli con altri pensieri o azioni, per contenere l’ansia, come un “antidolorifico” fai da te.

Facendo così, passato l’effimero benessere, il tutto si ripropone amplificato e drammatico.

Dicono: la mia vita è un inferno, tanto nessuno mi può capire, nessuno mi può aiutare. Quando ho cercato di dirlo, mi hanno etichettato come matto.

Eppure esiste un percorso psicoterapeutico di guarigione, paziente, comprensivo, condotto passo per passo.

E’ indispensabile molto impegno, pazienza e calma. Una nuova vita ti attende.

Cosa sono le Compulsioni?

1.Sono azioni ripetitive, liberatorie dall’ansia e dalla sofferenza, originate per fronteggiare le dolorose e inquietanti ossessioni, che danno la sensazione a volte di impazzire.

2. Sono azioni prodotte dalle ossessioni mentali. Rituali scaramantici, azioni parossistiche, reiterate a raffica. Sono tantissime le modalità, ciascuno ha la sua.

3. L’individuo sente che le azioni fisiche sono inarrestabili. E’ spinto ad agire in risposta ad una ossessione mentale, secondo regole però che devono essere rigidamente applicate.

4. Queste azioni sono surreali, prive di fondamento mentale e concreto.

5. E’ saltato il sistema logico di causa ed effetto. Vi è molto di extra-reale, like  pavor nocturnus.

Ossessioni e Compulsioni.

Fattore Tempo e Frequenza. 

Le ossessioni e compulsioni vanno misurate sempre in termini di tempo e frequenza.

Quando occupano  una o due ore al giorno, si è messi male. Bisogna farsi curare quanto prima.

Quando occupano molte ore della giornata è allarme rosso! Si rischia di compromettere la mente e la personalità.

Si veda in questo sito la Voce DSM5, Test del Dsm5 Pensieri e Comportamenti Ripetitivi, Livello 2, Adulti, code:it/cpsz/08.

Il soggetto con disturbo ossessivo-compulsivo conduce in tempo reale due vite, quella che vedono tutti e quella che solo lui drammaticamente conosce.

Le ossessioni e compulsioni compromettono  importanti aree del funzionamento esistenziale, familiare, relazionale e seriamente la stessa vita.