Nuova Umanità Post Coronavirus.

La visione del futuro mondo rinnovato si trova nel cuore umano, nella natura, nella Intelligenza artificiale.

Nuova Umanità Post Coronavirus e innovazione globale del terzo millennio.

Nuova Umanità Post Coronavirus. Epocale opportunità di rinascita per tutti.

Sarà una rinascita per tutti, umani e pianeta terra. Lavoriamo per una prospettiva per un futuro migliore. 

Quindi dobbiamo cambiare tutto? Sì. E’ questione di vita o di morte. Darwin insegna. Buttati, homo sapiens!

Drammatica urgenza di un piano mondiale per eliminare la pandemia da coronavirus e progettare un mondo migliore.

Chi non cambia rinnovandosi, trova posto solo al Museo dei dinosauri.

Ma il Mondo, così maltrattato, natura, terra, acqua, aria, mondo animale e umano, aveva i giorni contatti.

Di conseguenza, la pandemia ci ha brutalmente aperto gli occhi ed esige un cambiamento radicale di chi siamo e cosa abbiamo.

E pertanto, potrà essere solo una discontinuità rigeneratrice!

Tutto non sarà più come prima! Tutto va ora re-inventato e in parte rottamato:

  • senso della vita,
  • globalizzazione,
  • ecosistema terrestre ed inquinamento,
  • ecosistema digitale,
  • relazioni,
  • professioni,
  • economia,
  • lavoro,
  • luxury,
  • fashion,
  • vita sociale,
  • vita individuale,
  • religioni meno onnipotenti e fideiste protettive.

Facendo così, una Nuova Umanità post coronavirus ci attende. Sarà più umile, semplice ed essenziale.

Si riscopriranno  i valori fondamentali della vita, delle sane relazioni e della salute psicofisica. Purtroppo ci sarà più povertà e precarietà.

Ne consegue che sarà finalmente l’armonizzazione della Natura e della Umanità, focalizzata sulle Relazioni. 

Il mondo futuro le nuove generazioni lo vedono già con l'innovazione algoritmica e l'intelligenza artificiale.

Nuova Umanità Post Coronavirus e innovazioni globali del mondo.

Davvero serve un approccio sistemico agli urgenti cambiamenti per una Nuova Umanità? Se mi vuoi seguire, questo è il mio piano rivoluzionario.

  • Un senso nuovo della vita, più bella da vivere, con più compensazione reciproca fra libertà individuale e appartenenza sociale.
  • Addio alla globalizzazione selvaggia, rapace, occulta, algoritmica disumanizzata, liberticida.
  • Ripristino di benessere, di economia e lavoro compatibili, libertà e felicità per tutti.
  • Ecosistema terra, inquinamento malefico e mortifero. Salviamo il pianeta terra e i suoi abitanti. Siamo tutti gravemente in pericolo.
  •  Smart working at home è una evoluzione irreversibile almeno per il 30% del futuro lavoro. Però ha a volte effetti collaterali psicologici negativi sul singolo e/o conviventi.
  • Ecosistema digitale. Non più giungla selvaggia. Va disciplinato, reso trasparente, in rete sistemica etica, no e-commerce fraudolento.
  • La tecnologia dovrà unirci finalmente per vivere bene e comunicare fra noi.
  • Professioni e lavoro. Poiché il mondo è cambiato, le professioni cognitive e manuali in parte spariranno o dovranno rinascere su basi più scientifiche e prestazionali responsabili.
  • Una civiltà più matura e strutturata, con un suo modello di sviluppo, esige professioni intellettuali e manuali nuove e imprenditoriali.
  • Luxury, moda, costume. Meno business, meno delocalizzazioni, più in rete e smart working, più mobilità creativa, più essenzialità. Più costume e società.
  • Imprenditori. Ora più che mai devono capire che tempi di crisi uguale tempi di opportunità. 
  • Creare nuovi modelli di business su  nuovi profili emergenti: empatia, capacità di relazione, intelligenza critica, soft skills, adattabilità, Quoziente Emotivo.
  • Religioni più a servizio alla persona e ai valori dello spirito. Meno materia e più spirito.

Tema correlato. Clicca sul link correlato.