Sentimenti.

Sentimenti da far crescere dentro e fuori di noi col sorriso.

Come farli nascere, crescere, stabilizzarli dentro di noi per donarli?

Sono prodotti dalle nostre globali proiezioni, mentali, sensoriali, corporee, quelle che fino a quel momento abbiamo vissuto, interiorizzato e costruito.

Tali vissuti del passato e del presente vengono unificati dalla nostra maturità personale.

Sono un presente che si sta vivendo, figlio del nostro passato e proiettato nel futuro desiderato.

Chiedono concretezza più che parole, coerenza più che fatui innamoramenti.

Non sono veri se volatili, effimeri, nebulosi, accecanti, prepotenti, destrutturanti.

Sentimenti e Amore.

E’ vero che nascono in noi dall’amore dei genitori verso il loro neonato?

Sì, la sorgente è proprio questa.

Siamo  modellati inizialmente da loro che ci danno la base emozionale per poi crescere.

Il sorriso nel bimbo nasce dal sorriso della madre, diceva nell’antichità il poeta Virgilio. 

Mente, emozioni, affettività e amore.

I Sentimenti si armonizzano con le emozioni e l’affettività e assieme puntano a ciò che è più importante nella vita, l’amore.

Mente, sentimenti, affettività e amore sono fra loro legati da un comune campo dinamico di energie psicofisiche.

Tali energie sono prodotte nel passato, attivate nel presente, immaginate nel futuro.

La fantasia creatrice è la vera energia vitale che armonizza, come in una orchestra ben diretta, mente, sentimenti, emozioni, amore.

Una vita senza fantasia e immaginazione è opaca vita terrena.

E’ vuoto esistenziale, è prigionia nelle cose materiali, compreso il nostro corpo.

Sentimenti.

Sono davvero le radici stabili delle emozioni e dell’amore?

I sentimenti sono emozioni e affettività portate ad un livello superiore, più stabile, più responsabile, più rassicurante. 

Con la nostra maturità possiamo trasformarli in scelte di vita, scelte d’amore, scelte di creare una famiglia, e perché no, con più bambini.

Essi con buone radici fanno maturare bene la persona in sé e nel rapporto con gli altri.

A volte i sentimenti vanno protetti dalle negative tempeste emozionali.

Sui solidi sentimenti costruisco la stabilità delle scelte importanti della vita.

Sentimenti positivi e negativi, affetti, passioni.

Il sentimento è uno stato d’animo e dell’anima che perdura più a lungo delle emozioni, meno turbolento e invasivo delle passioni.

E’ tenerezza, protezione, sicurezza e abbandono quando s’intreccia con l’affetto.

Se include anche l’amore, insieme e per sempre, hai trovato la felicità.

Sentimenti.

Che centra l’intelligenza critica ed emozionale coi sentimenti?

Intelligenza emotiva.

Il sentimento è l’atto del sentire impressioni e messaggi interni ed esterni a noi.

Serve arte creativa per farli crescere e stabilizzare.

Significa intercettare e volere le energie positive che sono sempre dentro di noi. Riconoscere determinati valori in noi e negli altri.

Intelligenza critica.

I sentimenti necessitano sempre di una autovalutazione da parte della nostra mente e di una coerenza con i nostri piani di vita.

E’ indispensabile avere intelligenza critica e intelligenza emozionale per ottimizzare i sentimenti.

Sono di fatto materializzazioni dei nostri modi di pensare, percepire e agire.

Ci aiutano a sentire l’umano che è sempre dentro e fuori di noi. Sono anche doni di natura, di educazione e di cultura.

La vite prive di cultura di solito sono automaticamente vite vuote, superficiali, di scarsi e taroccati sentimenti.